Blog, Curiosità sulla storia della moda, Senza categoria

Gli indispensabili secondo valNero: 1. Le tasche


Le tasche sono un’accessorio indispensabile per tutto il XVIII secolo!

Come fai a portarti dietro quello che serve e dove puoi nascondere il cellulare se le borse non si usavano e le gonne non avevano le tasche incorporate?

Infatti gli abiti del XVIII secolo non avevano le tasche cucite nelle gonne, come invece sarà in epoca vittoriana, e le reticule (piccole borse dalle forme più svariate) compaiono solo a fine secolo per poi diffondersi in epoca regency quando gli abiti attillati e sottili non permettevano di nascondere nulla tra le pieghe della gonna.

Le tasche erano quindi un capo del vestiario indipendente, ed erano pittosto grandi e spesso ricamate.

Ecco alcune originali: nelle collezioni dei musei ce ne sono moltissime!

Si indossavano sotto la gonna, sotto o sopra le sottogonne ed i panier ed erano legate in vita con dei nastri.

Stampa satirica in cui si vede bene come veniva indossata una tasca
(1777, The British Museum)

Un’apertura laterale nelle sottogonne, nelle gonne e nei manteaux permetteva di raggiungerle.

Certo non era prorio un’operazione semplicissima, ma il loro contenuto era decisamente al sicuro!

Questa sono io mentre cerco nella tasca attraverso l’apertura nella gonna.

Il mio consiglio: evita reticule e borsette per il ‘700 e per tutte quelle epoche in cui non si usavano. Acquista o confeziona tu stessa una tasca: le tue cose saranno più al sicuro sotto strati di vesiti che in una borsetta che rischi di dimenticare in giro!